martedì 6 gennaio 2015

Arcadia Lecce e Salento in Progress domani 7 gennaio regalano un pò di gioia ad alcuni bambini in difficoltà del Salento

L’Ordo Equestris Templi Arcadia nasce nel febbraio del 2008, non con lo scopo di ricostituire l’antico ordine dei Poveri Commilitoni di Cristo e del Tempio di Salomone, sospeso amministrativamente nel 1312 con la bolla "Vox in Eccelso",  ma con quello di costituire un gruppo di Persone che unite dallo Spirito Templare fossero in grado di identifcarsi e distinguersi in una condotta ed un’etica templare. Arcadia ricostituisce, al suo interno, l’antica Gerarchia dell’Ordine, e ne segue, adeguatamente con i tempi, l’antica Regola. Opera in tutti ciò che può portare un contributo agli altri, dalle attività Religiose alle attività di Solidarietà, dalla diffusione della Cultura alla diffusione delle Tradizioni, dalla tutela del Patrimonio alla tutela dell’Ambiente. Ma soprattutto si ispira ai profondi valori della Militia di Cristo per compiere ogni azione. Ed è proprio in linea con questi valori che il  7 gennaio 2015 ore 17,00  l’Ordo Equestris Templi Arcadia (Arcadia Lecce) in collaborazione con Salento in Progress, porterà alle Suore Discepole del Sacro Cuore in via Monteroni a Lecce, giocattoli e libri donati da privati per tutti i bambini e i ragazzi in affidamento alla struttura. Interverranno anche l’Avv. Gaetano Messuti (Assessore ai lavori pubblici) e Saverio Congedo (Consigliere Regione Puglia)  che hanno voluto dare un contributo fattivo e un sostegno morale all’iniziativa.

Si tratta di un’iniziativa che rispecchia  quelle che sono le attuali direttive del templarismo internazionale. Dichiara Valentino Zanzarella (Gran Maestro dell’Ordo Equestris Templi Arcadia): “L’Ordo Equestris Templi Arcadia con questa inziativa,  che grazie alla collaborazione delle Suore Discepole del Sacro Cuore di Monteroni è divenuto un appuntamento annuale, vuole essere un piccolo gesto di sostegno per dei bambini e dei giovanissimi che hanno perso un po’ di serenità e spensieratezza. Con l’ausilio di molti privati abbiamo raccolto giocattoli e libri in grande quantità, pensando sia all’aspetto ludico che culturale di un percorso pedagogico ed educativo”.

Info

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.