martedì 6 giugno 2017

Alle origini della Leggenda. Suggestione e attualità della ricerca del Graal di Maria Concetta Nicolai (D’Abruzzo – Edizioni Menabò)



Sul Santo Graal esiste una letteratura sconfinata che si accresce ogni giorno di più, confermando il fascino di una storia che dura da più di mille anni e che ancora suggestiona il lettore contemporaneo. Spesso però si tratta di pagine che danno spazio ad ipotesi non sempre condivisibili, o a riflessioni mistiche di varia natura, tanto che l’immaginario collettivo, attratto dal mistero che sembra avvolgere questa leggenda, non riesce ad individuarne il reale portato letterario e antropologico. Maria Concetta Nicolai ritorna alle origini e riparte dall’analisi filologica dei versi che Chrétien de Troyes si riprometteva di cantare alla corte di Filippo d’Alsazia, conte di Fiandra, non appena avesse concluso il suo Roman de Perceval, se la morte non lo avesse colto all’improvviso, nel 1190. L’autrice partendo dalle pagine del del troviero provenzale percorre tre direttrici fondamentali, tratteggiando i caratteri della formazione culturale e letteraria di Chrétien, gli aspetti dello scenario in cui è collocata l’azione di Perceval e dei personaggi che lo affiancano e, infine, il valore della funzione simbolica che la vicenda assume.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.