lunedì 19 giugno 2017

Moriremo lavorando … la postilla di Stefano Donno




















Non andremo a votare prima della prossima primavera, se tutto va bene, lo ius soli occupa e preoccupa i nostri governanti con accese diatribe, e poi … giusto per non farsi mancare nulla in fatto di impopolarità del nostro governo ecco il provvedimento per andare in pensione non più a 67 anni ma a 68. Quindi, la riforma Fornero non basta, occorre proprio farci morire sul posto di lavoro. La scusa è che si è allungata la vita al giorno d’oggi … la verità è che l’Inps è alla canna del gas. Un dato su tutti? Il suo ultimo bilancio la vede protagonista di un debito di 113 miliardi di euro ovvero due terzi del gettito irpef. Roba da pazzi. Mettiamoci l’anima in pace. O cambiamo adesso o faremo meglio ad abbandonare la nave. Io però ho l’Italia nel cuore, e continuerò a dirla come la penso!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.