sabato 10 giugno 2017

Povera Patria … cantava Franco Battiato! Una postilla di Stefano Donno



Nessuna congiura, almeno non una eclatante, per gli ultimi accadimenti italici tra le mura di Montecitorio. Povero Matteo Renzi, è stato sufficiente che si aprissero i lavori alla Camera, e il tonfo si è sentito perfino nella stanza dei bottoni della Casa Bianca. Infatti il danno di immagine internazionale del nostro governo e del caro Matteo, non è da poco, dal momento che questo buco nero dimostra come fondamentalmente l’Italia sia come una canna al vento, come direbbe il grande Blaise Pascal. Dunque se si dovesse andare alle urne in primavera, e Renzi dovesse essere di nuovo sconfitto, questo sarebbe il k.o. tecnico e poi davvero voltiamo pagina. Insomma al di là di queste piccole cose di pessimo gusto, forse dovremmo pensare al nostro paese, e ai tanti tantissimi problemi che ormai lo stanno riducendo in fin di vita, senza che nessuno e dico nessuno dall’Unione Europea  dia una mano, se non per ribadire come un usuraio di infimo ordine, che siamo debitori, che siamo insolventi! Io però ho l’Italia nel cuore, e continuerò a dirla come la penso!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.